Grotte di Postumia e Castello di Predjama

 

La Slovenia, pur essendo una nazione piccola e incastonata fra le montagne, riserva sempre deliziose sorprese al turista desideroso di vedere qualcosa al di fuori dall’ordinario…questa volta vogliamo proporre una visita alle grotte di Postumia (Postojnska Jama), spettacolo incredibile, e al castello di Predjama, (Predjamski Grad) costruzione particolarissima di grande pregio.
Ma partiamo con ordine!

Arrivando in autostrada, il sito naturale è segnalato benissimo da qualunque parte, e non è possibile davvero sbagliare uscita; dalla cittadina di Postumia, il tragitto poi è breve e la cartellonistica a prova di sbadato; si giungerà quindi ad un viale alberato, dove sia a destra che a sinistra sono presenti parcheggi. E’ possibile sia lasciare la vostra autovettura sia a pagamento che non; in ogni caso, se optate per la soluzione cash, sarete più vicini all’imbocco della stradina pedonale che porta dritta dritta all’ingresso delle grotte.

Percorrete dunque la camminata, ben tenuta tra i fraticelli, ed arriverete presto ad un mulino, molto piccino: è visitabile e potrete vederlo in azione, alimentato dalle acque di un ruscello, che poi ritroveremo più avanti…proseguendo, giungerete all’entrata dell’Hotel Jama, imponente e moderna costruzione, che vi lascerete a destra; avanti 50 metri, sarete già pronti Castello di Predjamaper acquistare il vostro biglietto alle casse (consigliamo di comprare il ticket congiunto anche per la visita a castello di Predjama, e potrete così pagare 17 euro, ottenendo uno sconto sui 2 biglietti separati). A questo punto, oltrepassata una scalinata, già siete all’imbocco delle grotte! Le visite sono solo guidate ed avvengono ogni ora circa (ma tutto può variare a seconda delle stagioni e dell’afflusso turistico previsto), per questo motivo, c’è una sala d’aspetto dove potrete comodamente sistemarvi nell’attesa; inoltre, dal momento che la temperatura all’interno è costantemente di 10 gradi circa, qualora non vi foste portati un maglione o una giacca da mettervi addosso, vi viene incontro il guardaroba proprio lì allestito: potrete affittare un cappotto, che renderete all’uscita.

Puntuali come orologi, all’orario prestabilito, si passa attraverso i tornelli (come se fosse la metropolitana!) e delle guide fanno accomodare su trenini scoperti (posti da 2 persone) che, una volta pieni, scendono all’interno della cavità…il percorso è di circa 7/8 minuti, in cui rasenterete le formazioni di stalattiti e stalagmiti…sembrerà proprio, a volte, di “sbatterci contro” e vi troverete spesso ad abbassare la testa dal timore di farvi male! L’illuminazione è studiata per creare un effetto grandioso, di grande impatto visivo; passerete attraverso alcune stanze dalla volta parecchio elevata, che vi faranno sbarrare gli occhi dallo stupore…ed arriverete alla “stazione” dove, scendendo dal treno, vi radunerete a gruppi, sotto la scritta della vostra lingua, dove ad aspettarvi ci sarà la guida, che vi accompagnerà lungo il tragitto a piedi. Si parte con la spiegazione, da parte del personale addetto, della storia della caverna, della sua scoperta, dei lavori fatti per renderla accessibile e visitabile e, successivamente, questi racconti vengono concretizzati dal tour lungo sentieri appositamente scavati nelle concrezioni…tutto ciò che vedrete è assolutamente sbalorditivo! Formazioni che hanno milioni di anni, che mostrano la storia della terra sono proprio lì e le potete toccare con mano…la visita dura circa un’ora e mezza, e passaGrotte di Postumia attraverso molte sale (bianca, rossa, degli spaghetti,); potrete ammirare anche il proteo (animale preistorico delle caverne, cieco e senza melanina, chiuso in una teca di vetro) fino ad arrivare all’ultima, la stanza dei concerti, dove l’eco dura addirittura 6 secondi e potrete provarlo voi stessi con un fischio! Da qui, poi, riprenderete il trenino che vi condurrà alla stazione finale; appena scesi, guardate alla vostra destra! In basso, in fondo alla cavità, scorre il fiume Pivka, proprio quello che in milioni di anni ha scavato le grotte e che avete incontrato appena arrivati, al mulino! Finito il tour, guadagnerete in fretta l’uscita, dove lo sbalzo termico si farà sentire…Se avete fame, ci sono un sacco di baracchini che cucinano wurstel, crauti da asporto (anche tranci di pizza…)ma voi non fermatevi! Vale la pena sostare al bar-ristorante accanto al mulino, dove cucinano proprio dinanzi ai turisti…verdure grigliate e specialità di carne locali, spiedini, cevapcici… vi saranno serviti su un unico piatto (davvero abbondante!), accompagnati da una buona birra autoctona e il prezzo vi stupirà! Davvero irrisorio, pur essendo in luogo di grande richiamo turistico.

Dalle grotte di Postumia poi, prendete la strada in direzione opposta a quella dalla quale siete arrivati e arriverete al bellissimo castello di Predjama (facilissimo da raggiungere: ad ogni bivio, anche il più insignificante, c’è un’indicazione con addirittura la foto), dove il parcheggio è purtroppo angusto e molto piccolo (se vi recherete in periodi di grande afflusso, davvero non sapremmo dirvi dove mettere la vostra autovettura). Lo spettacolo, non appena imboccherete la breve via Castello di Predjamaper pervenire al portone, sarà già maestoso: il maniero sorge incastonato nella roccia, e sembra proprio essere stato scolpito da un artista medievale…pare finto da quanto è bello ed irreale! Man mano che vi avvicinate, potrete coglierne gli aspetti più insoliti e più originali; una volta entrati, un percorso obbligato vi farà visitare tutte le sale (tranne la latrina, dove la leggenda vuole sia stato ucciso Erasmo, signore e padrone della roccaforte), molte delle quali sono scavate nella roccia e cunicoli segreti da lì si dipartono per arrivare nel ventre della montagna o sbucare sulla sua cima. Purtroppo, nei mesi invernali non è possibile il tour delle grotte sottostanti, di grande interesse naturalistico e di “fortificazione”; il paesaggio che potrete ammirare dal castello è davvero splendido: vedrete tutta la valle verde intorno a voi…nulla è fuori posto, tutto è pulito e, se effettuerete la vostra visita in primavera, lo sguardo vagherà tra campi fioriti e piante con le prime gemme…indimenticabile.

La visita ai due siti turistici ha dunque termine; da qui potrete decidere se tornare in Italia o proseguire verso Lubiana, capitale della Slovenia; in ogni caso, qualunque cosa facciate, porterete il ricordo di due splendidi posti sempre con voi, e potrete magari consigliarli a chi vi domanda qualcosa di insolito, originale ma bellissimo.

 

Links utili:

http://www.postojnska-jama.si/?cat=6&lang=it informazioni sulle grotte e anche sui tour guidati che vi organizzano, oltre al classico qui descritto

http://www.postojnska-jama.si/?cat=7&lang=it qui invece troverete qualche dritta in più per visitare il bellissimo castello sloveno

Per maggiori informazioni: contattaci